A chi si rivolge

Se si tiene conto delle varie declinazioni del mondo OpenWhite si intuisce l’ampiezza della platea di stakeholder.

Partnership economiche, sviluppo dell’infrastruttura tecnica e utilizzo dell’app sono i principali punti di contatto con un progetto destinato a crescere nel tempo.

Iniziando dalle ultime due tipologie citate, è chiaro come professionisti del settore, sviluppatori, non vedenti e i loro familiari siano da considerare tra i destinatari privilegiati di OpenWhite. La creazione di nuove mappe, il loro caricamento sulla piattaforma e l’ottimizzazione del software non possono prescindere dal know-how degli addetti ai lavori, a cui spetta il compito di adattare l’applicativo alle esigenze degli utilizzatori finali. Il supporto ai non vedenti e agli ipovedenti resta il focus principale di un prodotto versatile e per questo adattabile anche ad usi e destinatari diversi.

Ed è proprio valorizzando l’aspetto polivalente e “open” del progetto, che OpenWhite desidera aprirsi a partnership economiche ed istituzionali con attori di primo, vogliosi di investire nel campo dell’innovazione sociale.

adminA chi si rivolge